forasacco-il-nemico-dei-cani

Un pericolo piccolo ma insidioso nasce in questa stagione minacciando i nostri compagni a 4 zampe: I FORASACCHI

Il forasacco è una graminacea selvatica, si presenta sotto forma di piccole spighe presenti sia in campagna che in città; quando queste grazie al caldo si seccano si attaccano ovunque.
Grazie alla loro struttura non solo aderiscono a qualunque cosa, ma riescono addirittura a penetrare tessuti, pelle ed arrivare in certi casi fino alle ossa.

I cani più esposti al pericolo sono quelli che vivono in campagna e, tra questi, quelli con il pelo più fitto e più lungo, ma tutti possono essere colpiti se non si presta la massima attenzione. QUINDI OCCHI APERTI!
Purtroppo, non sempre ci si rende conto in tempo del problema e in molti casi è necessario ricorrere ad esami complementari, come l’esame ecografico, per risalire al percorso effettuato dal corpo estraneo ed individuare precisamente la posizione esatta per poterlo estrarre.
Quando i forasacchi riescono a penetrare la cute (la zona preferita è tra le dita delle zampe, ma sovente vanno ad infilarsi anche in altri posti tra cui occhi, orecchie, gola, pancia e naso), generalmente producono un ascesso che ad un certo punto si ulcera lasciando fuoriuscire del pus.
In tali situazioni, se il veterinario non riesce ad intervenire precocemente estraendoli tramite apposite pinze, è necessario ricorrere a veri e propri interventi chirurgici in anestesia totale.

In caso di penetrazione nelle orecchie, il cane manifesterà evidente fastidio, camminando con la testa abbassata e girata dalla parte colpita e, soprattutto, scuotendola e grattandosi nel tentativo di togliere il corpo estraneo.
In tal caso è importante rivolgersi al più presto ad un veterinario, in quanto le probabilità che il forasacco avanzando perfori il timpano crescono con il passare del tempo.

090727Forasacco03
In caso di penetrazione nel naso, i sintomi sono rappresentati da violente crisi di starnuti (da 10 a 15 di seguito), sino alla fuoriuscita di sangue dalla narice

In questi casi, contrariamente a quanto si crede, i forasacchi presenti nel naso, quando non vengono eliminati tramite gli starnuti, se dovessero avanzare hanno la sola possibilità di essere ingoiati e non di finire in trachea.

Ad ogni modo vanno tolti al più presto, spesso ricorrendo ad una delicata rinoscopia con il cane in anestesia totale.
L’endoscopia delle vie aeree profonde (broncoscopia) è invece indispensabile in caso di penetrazione del forasacco in gola e, quindi, in trachea e conseguentemente nell’albero bronchiale; in tal caso il cane manifesterà improvvise crisi di tosse, a volte espettorando sangue.

forasacco bronchi
Se non si interviene per tempo, la situazione evolverà sino a causare una broncopolmonite spesso letale, perché difficilmente rispondente alla terapia antibiotica.

I forasacchi possono penetrare persino negli occhi; in questo caso l’occhio colpito può risultare chiuso, gonfio e con una forte lacrimazione.
Se non si interviene subito, le conseguenze possono essere più o meno gravi: dalla semplice congiuntivite sino alla perforazione corneale, con penetrazione in camera anteriore e perdita della vista.

Al minimo sospetto di penetrazione di forasacchi, è molto importante recarsi tempestivamente dal veterinario, il quale provvederà a prestare un adeguato soccorso al vostro amico a 4 zampe.
Se il forasacco si trova in una zona visibile e quindi a voi accessibile, potete agire immediatamente rimuovendolo.

Per cercare di prevenire questo spiacevole inconveniente e salvaguardare la salute del cane, è fondamentale:

– Evitare di condurre il nostro amico a 4 zampe in campi con erba alta oppure tagliata, ma non raccolta e lasciata seccare in loco;
– Controllare accuratamente Fido dopo ogni passeggiata in campagna o al parco;
– Provvedere ad un’adeguata ispezione del pelo (soprattutto tra le dita e intorno alle orecchie) e spazzolarlo frequentemente;
– Mantenere il pelo dell’animale abbastanza corto, riducendo così anche il rischio di aggressione da parte di pulci e zecche, altri problemi estivi da non sottovalutare.

Occhi aperti amici!